Agevolazioni Fiscali

Come funziona?

Si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. L’agevolazione è stata prorogata dalla recente legge di bilancio anche per gli acquisti che si effettueranno nel 2019, potrà essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato a partire dal 1° gennaio 2018.
La detrazione va ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro.

Come ottenere il bonus

La detrazione per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici si ottiene indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Unico persone fisiche).

Quali beni

La detrazione spetta per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2019 per l’acquisto di:

  • mobili nuovi;
  • grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+, (A per i forni), per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica.

A titolo esemplificativo, rientrano tra i mobili agevolabili: mobili da bagno, letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.

I documenti da conservare

Il contribuente dovrà conservare i documenti giustificativi del pagamento al fine di esibirsi all’agenzia delle entrate nell’ipotesi di controllo. In particolare bisogna conservare, a seconda del tipo di pagamento effettuato:

  • ricevuta del bonifico;
  • ricevuta di avvenuta transazione, per i pagamenti con carta di credito di debito;
  • documentazione di addebito sul conto corrente;
  • fatture di acquisto dei beni, riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni di servizi acquistati.

I pagamenti

Vediamo ora come pagare l’acquisto mobili per ottenere le detrazioni fiscali in commento.Per ottenere il bonus mobili – ossia le detrazioni fiscali sugli acquisti di mobili e di grandi elettrodomestici -occorre effettuare i pagamenti con bonifico o carta di credito o bancomat.
Non è consentito invece effettuare il pagamento mediante assegni bancari, contanti o altrimenti di pagamento.Come precisato dall’agenzia delle entrate della circolare numero 7 del 2016, se il pagamento è effettuato con bonifico bancario o postale, non è necessario procedere – così come invece disposto per le agevolazioni sulle ristrutturazioni – con bonifico parlante (soggetto a ritenuta), appositamente predisposto da banche e Poste Spa. Quindi è possibile operare con bonifico ordinario, quello con la causale priva di indicazioni predefinite dalla legge. L’importante, nell’ipotesi in cui si proceda con pagamento mediante bonifico, è indicare nella causale il riferimento alla fattura di acquisto e al tipo di mobile acquistato. Ad esempio si potrà indicare: «Acquisto mobili bagno shabby chic, fattura n. 1/2019».Stesse modalità devono essere osservate per il pagamento delle spese di trasporto e montaggio dei mobili.

Pagamento con carte di credito carte di debito

La data di pagamento e individuata nel giorno di utilizzo della carta da parte del titolare (indicata nella ricevuta di transazione) e non nel giorno di addebito sul conto corrente.