Mobile decapè avorio Martina

755,00 iva incl.

Disponibile

Richiedi informazioni


Questo prodotto richiede 10 giorni lavorativi di produzione. La data di consegna è stimata entro il 15 Luglio 2024 ma potrebbe subire ritardi.
Cerchi prodotti pronti per la consegna?
Scrivici su WhatsApp ora per verificare le disponibilità.
 

Descrizione

Mobile decapè avorio Martina

105 cm laccato e specchio vetro floreale 

 

 

Il Mobile Martina decapè avorio incarna l’eleganza raffinata e la sofisticatezza classica, arricchendo qualsiasi spazio con il suo design senza tempo. Realizzato con una combinazione di legno e particelle di legno, il mobile presenta una finitura in Avorio laccato che conferisce un tocco di lusso e un’atmosfera accogliente.

Con una struttura solida e ben costruita, il mobile si compone di due comode ante e due cassettini, offrendo spazio sufficiente per organizzare e riporre gli oggetti personali con stile. Un ampio cassettone aggiunge ulteriore funzionalità, fornendo una soluzione di archiviazione pratica e esteticamente gradevole.

La presenza di uno specchio imponente completa l’ensemble, donando profondità e luminosità all’ambiente. Lo specchio è adornato con due eleganti applique dorati che aggiungono un tocco di glamour al mobile. I pomelli, realizzati in ottone dorato, sono impreziositi da brillanti in stile Swarovski, conferendo un dettaglio scintillante e unico.

Il mobile è dotato di un ampio lavabo in ceramica porcellanata da 105 cm.

La scelta dei materiali e i dettagli curati mettono in risalto la qualità artigianale del Mobile Martina, che diventa un elemento distintivo e di grande raffinatezza per qualsiasi bagno o spazio dedicato.

Nella composizione non è inclusa la rubinetteria, però puoi trovarla qui!

dimensioni : Larghezza 108cm x Altezza 87cm x Profondità 35cm 

                        Profondità centrale 50cm

dimensioni specchio: Larghezza 100cm x Altezza 105cm x Profondità 2cm

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Mobile decapè avorio Martina”

Fidati di chi si è fidato